10% di sconto per altri -578 days, -16h, -46min, -37s   Vedi ora

Shopping cart
€0,00

Figure giapponesi, come distinguere i falsi

ARTICOLO 1

A volte riconoscere un bootleg non è facile, soprattutto per i neofiti del settore.

La produzione in fabbrica dei prodotti originali viene autorizzata e finanziata dalle ditte di produzione giapponesi, che provvedono a pagare le licenze ed i controlli sui materiali.
Tale processo ha dei costi, cosa invece del tutto assente nella produzione dei bootleg, poiché fatto in modo illegale per diminuire drasticamente le spese; i materiali non vengono sottoposti ai dovuti controlli e senza il benestare delle licenze, ecco perché un prodotto contraffatto costa anche un terzo del suo corrispettivo originale.
Anche il livello della colorazione e dei dettagli cala nelle produzioni contraffatte, sempre per ammortizzare i costi. Infatti un bootleg, rispetto ad un prodotto originale, presenta sbavature di colore e rifiniture non precise.
Un importante punto da analizzare sono le sostanze con le quali vengono prodotte queste copie contraffatte.
I materiali utilizzati nelle produzioni autorizzate dalle ditte giapponesi sono sottoposti a rigidi controlli di qualità, devono risultare a norma di legge e totalmente atossici.
Al contrario, quelli utilizzati nelle produzioni contraffatte ovviamente non sono certificati, risultando così non a norma di legge e soprattutto potenzialmente tossici. L’utilizzo di materiali di scarsa qualità e non certificati fa si che le figures false tendano col tempo a pendere, emanare un odore molto fastidioso e presentare una finitura lucida.

Come riconoscere un bootleg?

Il prezzo può essere un inizio, attenzione però a non farne il vostro unico metro di giudizio.
Come spiegato in precedenza la produzione di una figure originale ha i suoi costi, quindi è bene diffidare da prezzi decisamente troppo bassi se confrontati con quelli di listino. Ad esempio un Nendoroid contraffatto viene venduto a 15/20 euro, mentre un Nendoroid originale ha un costo medio di 50 euro.

Prima di effettuare un acquisto è bene analizzare con cura il prodotto.
Le confezioni delle figures false spesso sono stampate male (colori sbiaditi o immagini e scritte non nitide) e a volte presentano dettagli e scritte diverse rispetto alla controparte originale.
Non è una novità infatti che molti falsi presentino un box totalmente diverso rispetto all’originale, poiché spesso i bootleg vengono distribuiti sul mercato prima dell’effettiva pubblicazione del prodotto originale in madrepatria.
Purtroppo non si può far sempre affidamento sul bollino di autenticità, in primo luogo perché non è sempre presente su tutte le produzioni originali, in secondo luogo perché per alcune linee più popolari è capitato di riscontrarne di contraffatti.
Uno dei bollini ad essere stato falsificato è quello Toei, quello presente sulle confezione della linea POP Portraits of Pirates di One Piece, per intenderci, quindi prestate sempre doppia attenzione!
Inoltre spesso gli stickers presenti sulle confezioni delle figures/action figures sono mirati all’identificazione dell’origine del prodotto, aiutando solo in parte il riconoscimento di un falso.
Cosa vuol dire “mirato all’identificazione dell’origine del prodotto”? Semplice: alcuni studi di produzione, case editrici, software house (etc.) dopo aver concesso le proprie licenze per la realizzazione di figures ed action figures, attestano tale concessione tramite uno sticker applicato sulla confezione del prodotto.

Rimanendo in tema stickers, una sicurezza può essere data dall’adesivo dei fornitori che offrono import europeo applicato sul box (Cosmic Group, Abysse Corp., etc).

Controllate poi che non ci siano sbavature eccessive sul volto (punto critico nei bootleg) e (se sono esposte fuori dal box) che non pendano o siano eccessivamente lucide. Ricordate che il livello dei dettagli in un falso è decisamente più basso che nell’originale poiché, come già accennato in precedenza, per ammortizzare i costi e i tempi, non vi si impiegano particolari cure e risorse.

In ultimo, cercate sempre di documentarvi sul prodotto prima di acquistarlo, per capire se sul commercio siano già disponibili dei falsi. Sapere in precedenza se di una figure esistono i bootleg non può far altro che aiutarvi ad essere ancor più vigili!
Se vi trovate in un negozio “fisico” o in fiera, date uno sguardo generale anche agli altri prodotti del negoziante. Trovare anche solo 2/3 falsi aumenta le probabilità che anche il prodotto al quale siate interessati possa essere contraffatto.
Se invece volete acquistare online, assicuratevi che il negozio certifichi di vendere materiale originale (proprio per difendersi dalle innumerevoli contraffazioni, molti negozi online specificano di vendere solo ed esclusivamente prodotti originali).
Inoltre, se il dubbio dovesse essere ancora forte, è meglio lasciar perdere l’acquisto: meglio risparmiare piuttosto che investire il proprio denaro in un prodotto falso, brutto e dannoso per la salute.

Curiosità
Previous reading
Figure giapponesi, come distinguere i falsi
Next reading
Collezionismo: il mondo delle Action Figures